Archivio mensile:gennaio 2010

E venne l’iPad

Lo hanno desiderato manco fosse un nuovo Messia, sognavano di poterlo toccare manco fosse Megan Fox nuda direttamente dalla copertina di una rivista glamour… si sono ritrovati con una ragazza caruccia in felpa e jeans di quelle che affollano gli autobus delle linee universitarie.

Continua a leggere

Little Brother

Non c’era miglior titolo per inaugurare il nuovo gingillo tecnologico di un libro che fa della libertà in rete e del diritto alla privacy la propria bandiera. Doctorow rende disponibili i suo iscritti sotto licenza Creative Commons (di cui parlo meglio sotto) per cui chi vuole può scaricarsi il libro dal suo sito e leggerlo sul proprio computer o sui dispositivi portatili che possiede, chi invece non vuole rinunciare alla carta può prenderlo in libreria: X, il titolo italiano di Little Brother, è  edito da Newton Compton. Adesso, però, buttiamoci nel libro.

Continua a leggere

PRS 600: recensione a freddo

[singlepic id=220 w=320 h=240 float=left]Ultimo post dedicato all’oggetto PRS 600 dopo una decina di giorni di uso e diverse pagine lette (ho finito un ebook lasciato a metà e ne ho letto metà di un altro), una ricarica di batteria e l’autorizzazione per il DRM Adobe Digital Edition (che vorrebbe imitare il fairplay di Apple ma non ci riesce). Sostituita la custodia in neoprene, troppo larga, dalla quale il lettore ha fatto già un mezzo tuffo risoltosi senza danni, per fortuna.

Continua a leggere

Ebook in italiano?

Come dicevo in un commento al post precedente, dipende da cosa si cerca, se si vuol leggere Dan Brown in italiano o come nel mio esperimento, Neil Gaiman entrambi editi da Nostra Signora Mondadori, meglio lasciar perdere.

Anni fa, quando il formato di Microsoft Reader era in auge (io lo sapevo defunto, sta di fatto che rientra nei formati che non consiglierei al mio peggior nemico e non perchè è targato Microsoft), la Mondadori era partita con un proprio store e distribuiva alcuni titoli del proprio catalogo, adesso il sito è visibilmente dimesso, i titoli non sono più attualissimi e tutto gira attorno a MS, ho fatto un tentativo di letura di un loro .lit gratuito e visto il risultato positivo anche nella conversione in epub ho provato a fare un acquisto, non riuscito in toto.

Continua a leggere