Deepcon… In progress

Il venerdì e il sabato passano tra postumi della Eatcon e conferenze, gli “avanzi” della Grande Abbuffata continuano a spuntare sui tavolini, le foto cominciano ad essere un numero di tutto rispetto e la caccia alla connessione Wi-Fi per poter comunicare col resto del mondo e per caricare le prime foto sul web diventa lo sport preferito da molti. La Mela la fa da padrona, l’anno prossimo sarà il caso di organizzare una Applecon?

Tra le varie conferenze di venerdì ricordo quella per la presentazione del terzo volume dei Telenauti, dedicato a Babylon 5, scritto da Luigi Rosa, peccato fossimo in pochi e che la curatrice della collana abbia dovuto lasciarci in anticipo per l’accavallarsi di altri impegni, ma tanto Angelica quanto Luigi fanno parte di quegli amici che “fanno” la convention al di là del programma ufficiale, per cui la discussione si è spostata soltanto in luoghi e situazioni informali più tardi. Interessante l’intervento di Virginia Hey.

Il sabato si apre con la conferenza di Lolita Fatjo ed Eric Stillwell sui nuovi progetti su Star Trek in cui si evince tutta l’incertezza tra la fine del “vecchio corso” e quello che dovrebbe essere il reboot della serie ad opera di J.J.Abrams; Alessandro Vietti ci illumina sui significati che il Pianeta Rosso ha avuto nel tempo; a cavallo tra mito, realtà scientifica e fantascienza. Nel pomeriggio arrivano Peter Jurasik che cattura letteralmente la platea in sala e Connor Trinneer che stenta un po’, fortunatamente qualche domanda ben piazzata raddrizza la situazione nel finale.

La serata del Premio Italia vede la vittoria dell’Alpha Quadrant, Angelica Tintori, Flora Staglianò, e un articolo sulle intelligenze artificiali di Vittorio Catani su Alpha Quadrant solo per citare quelli della “scuderia” DS1. La sfilata dei costumi chiude la serata con un Rocco Siffredi che distribuisce patatine, fuori concorso; una poco fantascientifica Abbi Sciuto da NCIS che però si è meritata tutti gli applausi ricevuti (infatti ha vinto il premio della giuria popolare) e la ex moglie di Londo Mollari interpretata da Silvana Varlech.

Menzione d’onore alla batteria della mia reflex che ha tenuto duro fino all’ultimo anche se per non sprecare energia non ho scaricato le foto per tutto il giorno arrivando al limite di capienza delle mie schede (anche per questo ho caricato le ultime foto da casa).

La domenica comincia la girandola dei saluti. gli ultimi interventi degli ospiti, ormai si sistemano le ultime cose, qualcuno va a rilassarsi nel centro benessere, altri parlottano sui divani fino a ora di cena, io masterizzo un po’ di CD ad amici che mi hanno chiesto le foto… purtroppo gli ultimi scatti sono ancora in macchina ma non manca nulla di importante e, nel caso, c’è sempre Flickr dove metto le foto Hi-Res.

Il Lunedì mattina si parte, per un altro anno niente convention ma l’ultimo WE di a metà marzo 2008, salvo cataclismi, so già dove andare.

Ah, non c’è stato verso di riuscire a dirlo, ma forse è meglio così. 🙂

2 pensieri su “Deepcon… In progress

  1. sheldonpax
    Mozilla Firefox 2.0.0.3 Mac OS X Mach

    Montato no ma non è a suo agio davanti ai fans, nelle situazioni informali, tipo il giovedì sera, era molto alla mano.

    Rispondi

Commentando si acconsente al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”.