Archivio mensile:gennaio 2009

Colpa di Facebook?

Anche, ma non solo. E’ da un po’ che non scrivo tutto quanto vorrei e potrei qua sopra, molto viene assorbito da Facebook, appunto, qualcos’altro passa anche da Twitter, ma molte delle cose di cui vorrei parlare non trovo proprio il tempo per scriverle. Ho un post bello lungo sugli ebook che ormai ha deragliato e penso convenga spezzare in più post, un altro di argomento fotografico bloccato da problemi di formattazione del tema, che penso, andrà riscritto, forse. Il progetto collegato è in standby per maltempo.

Avrei qualcosa da dire sulla Mela ma siccome ho detto anche troppo in passato devo inquadrare l’argomento per bene o rischio il post-clone.

TV e fantascienza, anche qui si potrebbe dir qualcosa, ma tempo per fare un bel post ordinato ce n’è poco: ahimé, non ho più connessione a casa e non mi riesce di scrivere per bene i post offline a meno di non fondere l’iPhone a furia di zompare da Wikipedia a Google per verificare le cose che scrivo e recuperare immagini da inserire.

Beh, già che picchiettando con la tastiera di una cosa parlerei, una fesseria che magari potete anche saltare, se non vi va di leggerla. Le mie ultime applicazioni acquistate/scaricate per il melafono! Ovviamente quelle utili o giochi che hanno senso e buon gusto (niente applicazioni scorreggione sul mio iTunes!)

Continua a leggere

L’ultimo Keynote di Apple

applelogoL’ultima presentazione in fiera non mi ha deluso. Mi aspettavo la mancanza di novità eclatanti e non ho mai creduto alle cassandre che vedevano moribondo Jobs, nè ho creduto ai soliti rumor su iPod Nani e simili. Apple non è più interessata a quel tipo di Show. Punto. Ha presentato il minimo delle novità che dovrebbe snocciolare nell’anno. Personalmente mi sarei aspettato un accenno a Snow Leopard, ma anche qui forse vuole far si che i clienti direttamente tocchino con mano il nuovo cucciolo, nei suoi negozi con i suoi addetti alle vendite che con una mano vi mostreranno il gioiello e con l’altra vi indicheranno la cassa.

Continua a leggere