Metr…Smallville stagione 8

the-daily-planet200jpgMancano una manciata di episodi al termine della stagione, così provo a fare un consuntivo di questa ventina scarsa di episodi.

CHI NON HA VISTO L’OTTAVA STAGIONE, ATTUALMENTE IN ONDA NEGLI USA, SAPPIA CHE SOTTO SE NE PARLA IN DETTAGLIO. SPOILER!

Sono cambiati gli showrunner e le differenze non stanno solo nel cambio di ritmo della narrazione ma anche nell’introduzione di alcune incongruenze con quanto era già stato fissato nella serie.

L’azione è ormai spostata del tutto a Metropolis con pochi ambienti di Smallville e questa è la prima cosa che non va del telefilm (a meno che nella “Terra Smallville” la East Coast lambisca il Kansas). Nella prima stagione Metropolis è ben lontana da Smallville (la prima è sulla East Coast, mentre la seconda in Kansas) la distanza è andata via via accorciandosi (ma i Luthor usavano aerei ed elicotteri), adesso tutti fanno i pendolari: nanna a Smallville, lavoro a Metropolis. Peccato che l’unico dotato di supervelocità sia Clark. Un po’ come dire che io da qui vada ogni santa mattina dei giorni feriali a lavorare a Milano prendendo l’auto. No Smallville è diventato quasi un sobborgo di Metropolis, Bah!

Veniamo all’altra cosa che mi ha lasciato perplesso anche se il risultato non è stato del tutto negativo: gli eroi guest star.

Abbiamo avuto Maxima, la JLA (versione Smallville), la Legion, Supergirl e Doomsday. Non so se mettere Dan Turpin tra questi, anche perchè il Dan Turpin visto è l’ombra di quello dei Nuovi Dei.

Maxima è stata poco più di una comparsa ingiustamente sospettata di alcuni omicidi. La JLA viene messa al tappeto dalla nuova nemesi di Clarkino: Tess Merceur, la supplente di Luthor… fino ad un certo punto. La Legion arriva più che altro per tenere alto l’interesse di una serie che è ormai al capolinea e l’episodio ne è la prova. Supergirl chiude il proprio arco narrativo e si allontana nello spazio alla ricerca di Kandor, la troverà imbottigliata? Speravo che desse un calcione nel sedere al cugino per spronarlo a volare ma non sono stato esaudito. Doomsday: troppo presto, lo scontro si è risolto in pareggio e non poteva esserealtrimenti, vista la peculiarità del personaggio.

Lana è tornata, non si sa se resta o finalmente ce la togliamo dalle scatole, visto che insieme a lei arrivano badilate di melassa che onestamente stonano con la direzione presa dalla serie nelle ultime due stagioni. La Kreuk proprio non va, una barbie agitata davanti alla telecamera reciterebbe meglio (e vi assicuro che in originale è meglio), renitroduce Luthor di cui si vede la pelata.

Non so, se questa stagione non è peggio di sicuro non è migliore delle precedenti, per me Smallville non ha più molto da dire e non ho certo gioito quando hanno annunciato la nuova stagione. Clark deve assumere la sua nota identità segreta o presto mancherà un motivo valido per farlo (ancora un po’ e tutti i suoi nemici sapranno di cosa e capace, da chi si dovrà nascondere, dagli amici?) per di più non c’è ragione per cui non inizi a volare visto che storicamente lo fa da quando era al liceo e solo in questa serie ‘sto qua è un pinguino. Per di più si atteggiano a ragazzini quando ormai è palese che non lo siano più. Forse il prossimo anno parodieranno se stessi.

2 pensieri su “Metr…Smallville stagione 8

    1. sheldonpax
      Mozilla Firefox 3.0.7 Windows XP

      Eh ma ogni tanto aveva spunti interessanti.

      Poi… The butterfly effect 2 è peggio. 0:-)

      Rispondi

Rispondi a sheldonpax Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.