Universo Distorto

Odissea Fantascienza - Universo DistortoPiccola recensione anche per il secondo volume di Odissea dedicato a Charles Stross.

E’ senza dubbio il libro più “facile” che abbia letto dell’autore scozzese, un romanzo breve ucronico con una spruzzata di space opera e citazioni (come al solito) a profusione: si pesca a piene mani da Star Trek, Discworld di Pratchet e la Metamorfosi di Kafka.

Brevemente: l’umanità poco dopo la crisi cubana si risveglia su una Terra piatta, una Terra che conserva la geografia dei continenti mail disco (delle fattezze di un 45 giri), l’allusione al Discworld di Pratchet non è casuale (un’altra presenza della mia wishlist letteraria). Le due superpotenze che si contendono l’egemonia mondiale (altro mondo, stessa storia con risultati non dissimili) fanno un’amara scoperta… non sono soli.

Il romanzo, è scorrevole, si legge in un soffio, i colpi di scena arrivano al momento giusto e lo Strossbabble è ai minimi storici. Personaggi che non risentono di vuoti nella caratterizzazione tipici dei romanzi brevi, vengono usati in modo creativo e originale (Immaginatevi Gagarin che compie una missione esplorativa quinquennale, non fra le stelle ma in mare), la soluzione del mistero si avrà solo nelle ultimissime pagine

3 pensieri su “Universo Distorto

  1. sheldonpax
    Mozilla Firefox 3.0 Windows XP

    Già fai il secondo giro? Il primo è andato bene? Al momento io ho Gaiman sotto i denti.

    Rispondi
  2. antonio mercurio
    Mozilla Firefox 3.0 Gentoo Linux

    L’ho letteralmente divorato durante un’attesa.
    Adesso ho la versione inglese sul portatile ed il libro.
    Provo a scrivere una recensione da me ( ma sto anche mettendo in piedi il mio game online)

    Rispondi

Rispondi a antonio mercurio Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.